Prestiti per Protestati con Cessione del Quinto

Quando il proprio nome è finito nella lista del Crif come cattivo pagatore o nel pubblico registro dei protestati non si potrà ricorrere ad ottenere un nuovo finanziamento con le vie tradizionali. Sarà necessario richiedere un prestito a protestati o un prestito per cattivi pagatori, due categorie di finanziamenti che all’apparenza possono essere diversi per il tipo di disguido finanziario ma completamente uguali per la loro risoluzione.
Le stesse soluzioni applicabili per i prestiti a protestati possono quindi essere utilizzate anche per i cattivi pagatori e viceversa.
Una prima soluzione sarebbe quella di far cancellare il proprio nome da una di queste liste. La procedura porterà via un po’ di tempo e di denaro e non sarà quindi alla portata di tutti. Ci sono infatti delle spese da sostenere e non sarà la soluzione da intraprendere se si ha una certa urgenza nell’ottenere il denaro.

Consolidamento Debiti per Protestati

Una prima soluzione potrebbe essere quella di richiedere un piano di consolidamento debiti. Questa soluzione viene solitamente chiesta da chi ha in corso già diversi finanziamenti e preferisce accorparli tutti per pagare una rata più bassa e comprendere nella rata un’ulteriore nuovo piccolo prestito personale. Questa soluzione non sarà attuabile per tutti i protestati, ciascuna situazione va analizzata assieme ad un consulente finanziario.

Cessione del Quinto per Protestati

La migliore soluzione per i protestati risulta al momento essere quella della cessione del quinto. Questa linea di credito si suddivide in due rami, uno dedicato ai lavoratori dipendenti chiamata cessione del quinto dello stipendio e l’altro dedicato ai pensionati, chiamato cessione del quinto della pensione.
Ciò che caratterizza questa forma finanziaria è la possibilità di ottenere un prestito veloce senza garante e senza ulteriori garanzie. La propria busta paga o il proprio cedolino della pensione saranno l’unica garanzia che l’istituto di credito richiederà al momento della stipulazione del contratto di prestito personale.

Cessione del quinto dello stipendio

Il nome cessione del quinto deriva dal fatto che il cliente, cioè nel nostro caso il protestato, potrà pagare al massimo una rata mensile che avrà un importo di un quinto del proprio stipendio o della propria pensione. Se un lavoratore dipendente percepisce uno stipendio mensile netto di 1.000€ potrà pagare una rata mensile massima da 200€ che corrispondono ad un quinto di mille euro.

Cessione del quinto della pensione

E’ importante ricordare che, nel caso del pensionato protestato, egli potrà ricorrere alla cessione del quinto della pensione solo se pagando la rata l’importo residuo sul cedolino della pensione non sarà minore a 502€. Questo non viene deciso dall’istituto di credito bensì dallo Stato Italiano che, per i pensionati, non accetta che abbiano un importo inferiore a tale somma di denaro per sostenere tutte le spese mensili che una persona deve abitualmente sostenere ogni mese. Un ulteriore limite per il pensionato potrebbe essere relativo alla sua età. Questa volta il limite viene imposto dalla banca e perciò varia a seconda dell’istituto di credito che verrà scelto. Solitamente il limite è impostato ai 75 anni d’età. Come funziona questo limite? Il cliente dovrà terminare i pagamenti di quanto dovuto prima che raggiunga il limite d’età segnalato nel contratto. Alcuni istituti di credito hanno elevato tale limite anche a 80 anni.

Caratteristiche della Cessione del Quinto

Abbiamo detto che la cessione del quinto è la maniera più veloce ed efficace per ottenere un prestito personale. Il motivo sta nel fatto che chi paga il debito non è il debitore ma l’ente previdenziale d’appartenenza o il datore di lavoro. Nel caso del pensionato quindi il pagamento della rata mensile verrà effettuato dall’INPS, nel caso del lavoratore dipendente invece, il pagamento della rata verrà detratto direttamente dalla busta paga perché sarà effettuato dal suo datore di lavoro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *